AFFIDAMENTO MINORI DI 14 ANNI

MINORI: DAL 31 MAGGIO 2018
PRESENTA ONLINE LA DICHIARAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO

Dal 31 maggio 2018 è stata avviata una nuova modalità che consente ai cittadini genitori di minori, di richiedere online l’autorizzazione a far viaggiare i propri figli affidandoli ad un accompagnatore.

Non è più necessario recarsi all’Ufficio Passaporti per presentare la pratica.

E’ sufficiente accedere al sito internet www.passaportonline.poliziadistato.it.

L’ufficio passaporti, che riceverà la richiesta di dichiarazione di accompagno, potrà caricare i dati inseriti dal cittadino direttamente sull’applicativo informatico PassaWeb per la lavorazione della pratica, e potrà altresì comunicare all’utente registrato sul sito, a mezzo mail, l’invito per il ritiro della dichiarazione.

Ulteriori informazioni sul sito della Polizia di Stato.

Resta ferma comunque anche la possibilità di presentare la domanda personalmente secondo le indicazioni sotto riportate.

Il 4 giugno 2014 sono entrate in vigore le nuove modalità di presentazione della dichiarazione di accompagnamento per cittadini italiani; la dichiarazione va fatta nel caso in cui un minore di quattordici anni viaggi fuori del Paese di residenza, non accompagnato dai genitori o da chi ne fa le veci. La dichiarazione è scaricabile da questo sito e deve essere presentata alla Questura di Varese.

La nuova disciplina intende garantire una maggiore tutela del minore.

La dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi; si possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori; i genitori o tutori del minore possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente.

La nuova procedura prevede il rilascio di una dichiarazione cartacea oppure l’iscrizione della menzione direttamente sul passaporto del minore. I richiedenti quando compilano il modulo di richiesta devono selezionare o il rilascio di una dichiarazione cartacea o la menzione stampata direttamente sul passaporto del minore.

Nel primo caso la Questura di Varese provvederà poi a rilasciare l’attestazione della dichiarazione che l’accompagnatore presenterà in frontiera insieme al passaporto del minore in corso di validità oppure nel secondo caso a stampare sul passaporto del minore la menzione. La scelta tra le due possibilità è dei richiedenti al momento dell’istanza, salvo diversa indicazione per giustificati motivi degli stessi Uffici competenti al rilascio del passaporto. In caso di contrasto tra le modalità scelte dalla pubblica autorità con quanto richiesto dal cittadino, risulta prevalente l’indicazione effettuata dall’autorità stessa.

Nel caso in cui il minore di anni 14 sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente la dichiarazione, redatta sulla base della richiesta presentata dagli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria.

Si ricorda che prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto è necessario verificare che la stessa accetti che il minore di 14 anni viaggi a loro affidato.

E’ necessario portare in Questura insieme alla dichiarazione di accompagno anche una fotocopia del documento dell’accompagnatore, dei genitori e del minore.

Per i cittadini minori italiani sia nella dichiarazione di accompagno che nella menzione sul passaporto, vistate dagli organi competenti al rilascio del passaporto, è riportato il nome della persona dell’Ente cui il minore viene affidato.

L’atto di affidamento e la dichiarazione di accompagnamento possono essere scaricate dal sito di questo Comune e vanno presentate in duplice copia.